Il Borgo di Ostia Antica

Il Borgo di Ostia Antica

Il Borgo di Ostia Antica, anticamente chiamato Gregoriopoli, offre uno scenario di grande suggestione con il suo imponente castello di Giulio II che fa da contraltare alla semplicità della Cattedrale S. Aurea.

La storia di Ostia è legata all’avvento del Cristianesimo, in quanto in seguito alla pace religiosa, editto di Costantino nel nel 313 d.C., fu istituita come prima diocesi suburbicaria di Roma.

La Basilica di Sant’ Aurea prende il nome dalla giovane Aurea, lì sepolta dopo il martirio del 258 d.C. sotto l’Imperatore Claudio il Gotico, una basilica cimiteriale, parzialmente conservata al di sotto dell’attuale chiesa rinascimentale.

La Basilica, eretta sulle fondamenta della basilica Paleocristiana, in cui per lungo tempo furono custodite le spoglie della madre di Sant’Agostino, Santa Monica, il santo patrono della città. Il nome di Gregoriopoli deriva invece dal Papa Papa Gregorio IV, Papa che a partire dal IX secolo d.C. si adoperò per difendere il popolo dagli Arabi, raggruppandoli in un villaggio fortificato.

Per rinforzare la protezione di Roma, intervenne il pontefice Martino V Colonna, per mezzo di un grande torrione, presso la foce del Tevere, oggi facente parte del castello.

La restaurazione del borgo fu operata Sotto Sisto IV della Rovere il Cardinale francese Guillaume d’Estouteville. Passeggiare nel Borgo di Ostia Antica è come entrare in un’altra dimensione temporale, un fascino rinascimentale che si deve a Giuliano della Rovere, vescovo di Ostia nel 1483, colui che incaricò a Baccio Pontelli, architetto fiorentino, la costruzione di una rocca circondata da un fossato, alimentato dalle acque del Tevere. Nel 1556, l’assedio del duca d’Alba, denominata la guerra del sale tra Spagna e Francia, distrusse gran parte della struttura ad eccezione del fossato che circondava la cinta muraria.

Si susseguirono una serie di opere di manutenzione, prima sotto Pio VII e poi sotto Pio IX. E’ un luogo incantevole, ricco di storia che vale assolutamente la pena visitare.